Il nostro viaggio di Natale (e quello di Primavera)

Grazie alla nostra videomaker di fiducia e emerita camminatrice lungo la Via Lucia Ceriani ecco un breve videodiario del nostro viaggio di Natale

Se volete vivere anche voi le nostre esperienze enogastronomiche, vi aspettiamo per il viaggio di Primavera!

INFO E INSCRIZIONI QUI –> http://www.laviadelsake.it/viaggi/giappone-gourmet-viaggio-di-primavera-2013/

Venerdì 15 marzo serata “Private Cellar” al Vinodromo

Vi aspettiamo per una edizione speciale della nostra tradizionale “Sake Night” dove degustare ottimi sake giapponesi abbinati ad assaggi di cibo tradizionale giapponese selezionati ad hoc. Venerdì sera aprireremo la cantinetta refrigerata dove è conservata la riserva di bottiglie speciali dell’associazione, che sono state importare e conferite all’associazione direttamente da produttori e dalle loro riserve di famiglia.

Tra gli altri poterete degustare:

– Kozaemon Umeshu (vino di prugna fermentata, selezione del fondatore)

– Mizuho Kuromatsu Kenbishi Namazake (unpasteurised) Junmai

– Kaze No Mori Junmai

– Taka Tokubetsu Junmai Jikagumi (imbottigliato alla pressatura) Muroka (non filtrato) namagenshu (non pastorizzato)

Il set da degustazione comprende tre bicchieri da degustazione dei sake sopracitati.

Gli assaggi includeranno: Narazuke (degli Tsukemono o pickles giapponesi di melone fermentati nel Kasu del Sake, tipici di Nara da cui prendono il nome), uova di quaglia alla soia e al sale, pesce essicato con maionese allo Yuzu-koshu.

Il prezzo della degustazione è di 12€ per gli associati e 15€ per i non associati. Si consiglia di prenotare in anticipo dato il numero limitato di bottiglie a disposizione.

Il Vinodromo, oltre alla sua abituale Carta, servirà due special nel corso di tutta la serata per chi volesse fermarsi per cena o un aperitivo rinforzato:

– Aperitivo di Umeshu e Taleggio €8
– Daiginjo Kubota e piattino di Sgombro al Miso €10

Nel corso della serata verrà presentato il programma del viaggio di Primavera Giappone Gourmet —>DETTAGLI QUI

VI ASPETTIAMO VENERDì 15 MARZO DALLE 19 ALLE 22 AL Vinodromo VIA SALASCO 21 (MM PORTA ROMANA) RISERVATE QUI SOTTO

 

[Segnalazione] Sake, ceramiche e soprano

Riceviamo dal consolato giapponese di Milano e volentieri ricondividiamo:

 

Una festa per il Nuovo Anno : degustazione, concerto e vendita speciale di ceramiche.

Per inaugurare insieme il nuovo anno, Fukagawa-Seiji, la manifattura di porcellane giapponesi della Casa Imperale dal 1910, vi invita presso la sua sede  a una serata di sakè, che verrà servito nelle sue preziose porcellane.

 FUKAGAWA-SEIJI  Milano studio

c/o Associazione Culturale ARTE GIAPPONE-Vicolo Ciovasso 1 – 20121 Milano 

 Martedì 22 Gennaio 2013 alle ore 19:00 – INGRESSO LIBERO

La serata sarà dedicata all’eleganza orientale con la presentazione di una raffinata esecuzione di canto giapponese e di lirica europea d’ accompagnamento.

Il sakè verrà servito nelle porcellane di Fukagawa-seiji. Durante la serata ci sarà la possibilità di tentare la fortuna con le nostre“Fortune Bag”.

Si esibiranno:

Soprano:Yuko Ota

Tenore: Hidekazu Suzuki

Tenore:Takara Sato

Pianoforte:Tahara Yoshitaka

 

Vendita speciale di Porcellane  fino al 31 gennaio 2013

[Evento] O Shogatsu – Il Sake e i rituali del Capodanno giapponese

Il Sake ha profondi legami con lo Shinto, la religione animista del Giappone per cui la natura, i cicli della vita e l’agricoltura costituiscono la spina dorsale delle tradizioni del paese. In questo frame culturale gli inizi e le cerimonie che li accompagnano (inaugurazioni, nascite, fondazioni) sono di estrema importanza. Non poteva essere altrimenti per O Shogatsu (O = titolo onorifico, Sho = Nuovo, Gatsu = Mese) che rappresenta il capodanno giapponese.

Vi aspettiamo domenica 27 gennaio presso l’Hotel Milano Scala (LINK) con due turni di degustazione di 30′ alle 17:00 e alle 18:00 per un evento in cui conoscere meglio queste tradizioni e degustare assieme il Sake in tre forme molto particolari, tipiche di O-Shogatsu e delle cerimonie:

Amazake

Una bevanda tradizionale a bassissima gradazione alcolica, fatta di riso fermentato e non filtrata.

 

O Toso sake

Una bevanda a base di Sake e un mix di 13 spezie (Toso san) di origine giapponese e cinese, storicamente bevuto come medicinale, oggi augurale e religioso (viene offerto al tempio a capodanno).

 

Kinpaku Sake

È un sake con addizionata foglia d’oro per renderlo più pregiato, usato in occasioni festive: ricorrenze,matrimoni, celebrazioni.

I sake saranno accompagnati da un dolcetto tradizionale di capodanno e da una proiezione di foto e spiegazione dei rituali e usanze del capodanno giapponese.

L’ingresso costa 20€ per gli associati, che hanno la possibilità di avere un posto riservato, e 30€ per i non associati e daremo assieme il benvenuto all’anno del serpente: Hebi Toshi.

 

Pre-registratevi mandando una mail a laviadelsake@gmail.com o su facebook: https://www.facebook.com/events/426381734099615

Come raggiungerci

Per i credit delle immagini cliccarci sopra

Due seminari sul Sake a Firenze, per il Nimi Festival.

Siamo lieti e onorati di essere stati incaricati dall’organizzazione del Nimi Festival, il più importante Festival Giapponese in Italia, di condurre due seminari sulla, storia, produzione e servizio del Sake. Gli appuntamenti, per chi volesse seguirli, sono:

 

Sabato, 8 dicembre 2012 – ore 17:00 (50 min)

“Sake: Storia e produzione” con degustazioni di abbinamenti a pagamento.

 

Domenica, 9 dicembre 2012 – ore 12:00 (50 min)

“Sake: Tradizione e abbinamenti” con degustazioni di abbinamenti a pagamento.

 

Altre info sul sito del Nimi Festival: http://2012.nimifestival.it/nimi-2012/conferenze/la-via-del-sake/#

[Mercoledì 21] Ostriche, Sake e tre intinerari del gusto in Giappone.

Vi aspettiamo mercoledì 21 alle 19:30 (torniamo a Milano dopo il successo del giro a Firenze) per una serata dove uniamo cultura, degustazione e viaggio.

A partire dalle 19:30 potrete degustare l’aperitivo tradizionale del Vinodromo, alle 20:00 invece presenteremo 3 itinerari del gusto Made in Japan:

Tokyo. Tra stile e varietà, la cucina giapponese della più grande città del mondo.

Kyoto. Tradizione millenaria e riti della tavola giapponese.

–  Osaka. La “cucina” del Giappone: ricca, creativa, infinita.

 

Ogni itinerario sarà raccontato con foto, ricette, segnalazioni. Nel corso della serata presenteremo anche il viaggio di Natale Giappone Gourmet, con la possibilità di fare domande, approfondire e pre-riservare i posti limitati.

Durante la serata saranno in consultazione libera alcuni libri e materiale fotografico sulla cultura enogastronomica del Giappone.

Al termine della presentazione sarà disponibile una degustazione: un piatto di Ostriche e Crudo di pesce e un calice di Sake €16

Appuntamento al Vinodromo, in via Salasco 21 Mercoledì 21 novembre dale 19:30 in poi.

RSVP: https://www.facebook.com/events/264023273719864/

 

La “Bistecca” e il Sake. A Firenze per il pairing meno atteso e più sorprendente.

“Temer si dee di sole quelle cose

c’hanno potenza di fare altrui male;

de l’altre no, ché non son paurose. “

                            (Dante, Inferno, II, 88-90)

 

Prendiamo ispirazione dal sommo poeta per proporvi una tappa molto interessante lungo la via che stiamo percorrendo assieme a tutti voi. Vorremmo, infatti, che l’appuntamento tra “La Bistecca” (come i giustamente orgogliosi fiorentini chiamano la loro omonima pietanza-bandiera: La Fiorentina) e il vino del Giappone sia ricco di profumi e privo di riserve. Vi invitiamo e vi sfidiamo a abbinare due eccellenze che affondano le radici nella storia del paese da cui provengono, ma che scopriremo essere meno lontane di quel che si pensa.

Il merito di questa serata va a Andrea Gori, innovatore, sperimentatore, e spirito fiorentino libero che non ha avuto paura di ciò che non deve spaventare, come ci insegna Dante. La storia nasce così: questa primavera chiamiamo Andrea e gli diciamo: “Senti, ti proponiamo una follia: portaci a mangiare la Fiorentina come si deve e te la facciamo degustare con un sake giapponese!“. Attendevamo ansiosi dall’altra parte del telefono una sua reazione negativa, ma Andrea ha chiosato: “Geniale! Adoro il Giappone a tavola: è una vita che voglio provarci.

L’esito della serata lo trovate qui. Andrea ne è uscito entusiasta, noi sollevati avendo schivato gli anatemi di un paio di osti fiorentini che volevano scomunicarci – siamo eufemistici – e deliziati. Per la prima volta avevamo terminato una cena a base di Fiorentina con i profumi della carne ancora intonsi e vivi nel nostro palato.

Il Junmai ha assecondato sua maestà la bistecca. Non l’ha combattuta in quella deliziosa battaglia che il Chianti avrebbe condotto, l’ha accompagnata, servita, guarnita come solo il riso (piatto troppo spesso negletto) sa fare. Ed eccoci al 9 novembre. Vi aspettiamo Da Burde.

SAKE E FIORENTINA

9 novembre 2012  Sake e Fiorentina

Da Burde

Menu completo con bistecca a volontà e Junmai Ginjo, il sake da sorseggiare freddo o riscaldato nelle ciotole tradizionali giapponesi.

Ore 20:30 €45 tutto compreso

RSVP

Info presso 055/317206 o info@daburde.it

 

 

[31 ottobre] Incontro con il produttore Nakano, l’Acetaia San Giacomo e il Caseificio Castellazzo

 

 

Il 31 ottobre tre eccellenze mondiali si incontrano a Reggio Emilia. Il produttore Nakano in visita in Italia ci farà degustare i suoi sake migliori a casa di uno dei maestri dell’Aceto Balsamico:  il “nostro” Andrea Bezzecchi dell’Acetaia San Giacomo. La mattina del 1° novembre seguirà una gita a visitare il caseificio Castellazzo a Campagnola Emilia, per scoprire i segreti (e gustarli!) del Parmigiano-Reggiano.

L’evento comprende:

Visita all’Acetaia San Giacomo (31 ottobre ore 19:00) con tasting finale

Cena-degustazione del 31 ottobre (ore 20:00) , presso Acetaia SanGiacomo condotta dal produtore di Sake Nakano e dal produttore di Aceto Balsamico Andrea Bezecchi. La cena sarà a base di 5 specialità tipiche di Reggio Emilia accompagnate da 5 sake appositamente da noi selezionati e abbinati.

Visita guidata al Caseificio Castellazzo (1° novembre ore 08:15, durata 1,5h), per scoprire riti e segreti del parmigiano Reggiano con degustazione finale

Il costo dell’evento (che include la degustazione guidata, la visita all’Acetaia e al Caseificio) è di €60, i posti sono limitati a 4.

Abbiamo per voi una convenzione con l’Hotel Sporting di Reggio Emilia.

Singola 45,00
Doppia uso singola 50,00
Matrimoniale 60,00

Come arrivare all’Acetaia San Giacomo? Clicca qui per la mappa

PRENOTA ORA

La Via del Sake è un’associazione non profit che organizza corsi, degustazioni e viaggi all’interno delle proprie attività e nel perseguimento degli scopi di promozione e scambio delle culture enogastronomiche italiane e giapponesi.

[24 ottobre] Crudo di Mazara e Sake di Niigata

Il 24 ottobre vi proponiamo un abbinamento tanto inusuale, quanto perfetto ed equilibrato. Tre Nihonshu di Niigata e Gifu abbinati al pesce crudo più fresco del mediterraneo, portato da Mazara del Vallo da Salvatore che, a forza di ripetere “cu questu ci vulissi nu sake giapponese” lo abbiamo accontentato.

La serata inizia alle 19:30 al Vinodromo, e vi verranno proposte varie soluzioni:

– Il set degustazione con 5 tipi di pesce e 3 sake costa 18€

– Il piatto di crudo (3 tipi di pesce) 10€ e un calice di sake a scelta 6€

– Il minipiatto di crudo (1 tipo di pesce) 4€

Gli aromi intensi del crudo si sposano con la delicatezza del sake come null’altro. Scoprirete la gioia mediterranea e l’eleganza giapponese andare a braccetto e stupire il vostro palato. Al tempo stesso ascolterete storie di pescatori al largo della Sicilia e di produttori di sake delle montagne giapponesi.

Nel corso della serata ci sarà una piccola mostra/mercato di ceramiche di Gifu e la presentazione del viaggio enogastronomico di Natale: “Giappone Gourmet”

Vi aspettiamo! RSVP a questo link su facebook: https://www.facebook.com/events/375799289161778/

Due pregiudizi da sfatare sul Sake

Un Sake ghiacciato per aperitivo al bar del 42° piano del Cerulean Tower Hotel di Tokyo

Quante volte alla richiesta: “Vuoi/vuole un sake?” abbiamo pensato o risposto:

“No, è troppo forte…”

oppure

“Non ho voglia di qualcosa di caldo!”

Eppure il sake viene in larga misura consumato freddo e la sua gradazione oscilla solitamente tra i 14° e i 16°, come un vino siciliano.

Certo… caldo esalta il suo copro e si presta ad accompagnare dolci grassi o carni succulente, ma la freschezza di un Daiginjo abbinata a delle cruditè è quanto di più lontano ci sia dall’idea di un distillato (Il sake è un fermentato! Non un distillato…) o di un liquore.

Continuate a seguirci: vi spiegheremo le differenze trai vari tipi di sake, come servirlo e come degustarlo e cercheremo assieme di seguirlo e di liberarci dei molti pregiudizi che ci separano dal conoscere a fondo questa meravigliosa bevanda con una storia millenaria.