“Prossima Stazione: Umami” – Una cena per scoprire carni e formaggi del Friuli abbinati al Sake

L’umami è il quinto gusto che si unisce ai classici dolce salato, amaro e aspro e che i giaponesi, che l’hanno scoperto, definiscono saporito o  “savoury”, Umami, appunto. È spesso definito come il sapore del glutammato, naturalmente presente in molti cibi, anche della tradizione italiana: carni, formaggi e cibi ricchi di proteine.

L’oste (non chiamatelo “chef“, troppo francese per lui… 🙂 ) friulano Gunnar Cautero ci ospiterà venerdì presso la sua Osteria della Stazione per un viaggio in 4 fermate cercando di estrarre l’esperienza dell’umami dall’incontro inedito tra i cibi del Friuli Venezia Giulia e i migliori sake del Giappone.

Vi aspettiamo venerdì 31 maggio a partire dalle 20 presso L’Osteria della Stazione in Via dei Popoli Uniti 26 (Mappa) con il seguente menu:

 

“Dashi”, il brodo giapponese a base di Alga o Katsuobushi, base organolettica dell’Umami

“Tartarina di Manzo affumicata con insalatina” abbinata a Kubota Senju

“Risotto agli Asparagi, Fiori di Zucca e Occhione di Carnia” da degustare con Kozaemon Junmai

“Medaglioni di Maiale sbriciolato su Crostini di Pane Integrale e insalatina di Cavolo Cappuccio” assieme a Nurukan Sake (sake riscaldato a 40°)

“Pannacotta alla Menta con Salsa di Cioccolato Fondente” abbinata a Shochu allo Shiso

La cena ha un costo a persona di 45€ e comprende i quattro piatti, i quattro bicchieri di sake indicati e la presentazione a cura del Presidente dell’Associazione La Via del Sake coadiuvato da un Sake Sommelier giapponese in Tour a Milano.
PRENOTAZIONI
RSVP ph. +39 02 28 38 17 00
mob. +39 392 58 98 849
info@osteriadellastazione.it

[Evento 15 Aprile 2013] Kisetsu. La stagionalità nella cucina giapponese: la primavera.

L’associazione culturale La Via del Sake in collaborazione con YELP e la sua community vi invita a un esclusivo evento culturale/gastronomico a Milano. Vi aspettiamo presso l’incantevole cornice del bar Corsia del Giardino in Via Manzoni 16 per celebrare la primavera e scoprire i suoi significati, i suoi riti e i suoi ingredienti nella cucina giapponese. Al termine verrà servita una degustazione di Sake e cibi stagionali preparati dallo Chef Paolo Franchi.

PROGRAMMA

OPENING ORE 19:00

PROIEZIONE E LECTIO BREVIS 0RE 19:30

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO DI PRIMAVERA “GIAPPONE GOURMET” 19:55

DEGUSTAZIONE DI SAKE ORE 20:00

L’ingresso è libero, la degustazione comprende 3 bicchierini da degustazione di Umeshu (vino di prugna), Nihonshu (Sake o fermentato di riso), Yzushu (vino di mandarino giapponese) abbinati a tre delizie stagionali selezionate e preparate per voi dallo chef Paolo Franchi a 15€ (sake + cibo).

Calice extra di Sake Junmai Ginjo €8

Vi aspettiamo numerosi, please RSVP su facebook: https://www.facebook.com/events/442057545869162/

Venerdì 15 marzo serata “Private Cellar” al Vinodromo

Vi aspettiamo per una edizione speciale della nostra tradizionale “Sake Night” dove degustare ottimi sake giapponesi abbinati ad assaggi di cibo tradizionale giapponese selezionati ad hoc. Venerdì sera aprireremo la cantinetta refrigerata dove è conservata la riserva di bottiglie speciali dell’associazione, che sono state importare e conferite all’associazione direttamente da produttori e dalle loro riserve di famiglia.

Tra gli altri poterete degustare:

– Kozaemon Umeshu (vino di prugna fermentata, selezione del fondatore)

– Mizuho Kuromatsu Kenbishi Namazake (unpasteurised) Junmai

– Kaze No Mori Junmai

– Taka Tokubetsu Junmai Jikagumi (imbottigliato alla pressatura) Muroka (non filtrato) namagenshu (non pastorizzato)

Il set da degustazione comprende tre bicchieri da degustazione dei sake sopracitati.

Gli assaggi includeranno: Narazuke (degli Tsukemono o pickles giapponesi di melone fermentati nel Kasu del Sake, tipici di Nara da cui prendono il nome), uova di quaglia alla soia e al sale, pesce essicato con maionese allo Yuzu-koshu.

Il prezzo della degustazione è di 12€ per gli associati e 15€ per i non associati. Si consiglia di prenotare in anticipo dato il numero limitato di bottiglie a disposizione.

Il Vinodromo, oltre alla sua abituale Carta, servirà due special nel corso di tutta la serata per chi volesse fermarsi per cena o un aperitivo rinforzato:

– Aperitivo di Umeshu e Taleggio €8
– Daiginjo Kubota e piattino di Sgombro al Miso €10

Nel corso della serata verrà presentato il programma del viaggio di Primavera Giappone Gourmet —>DETTAGLI QUI

VI ASPETTIAMO VENERDì 15 MARZO DALLE 19 ALLE 22 AL Vinodromo VIA SALASCO 21 (MM PORTA ROMANA) RISERVATE QUI SOTTO

 

[Mercoledì 21] Ostriche, Sake e tre intinerari del gusto in Giappone.

Vi aspettiamo mercoledì 21 alle 19:30 (torniamo a Milano dopo il successo del giro a Firenze) per una serata dove uniamo cultura, degustazione e viaggio.

A partire dalle 19:30 potrete degustare l’aperitivo tradizionale del Vinodromo, alle 20:00 invece presenteremo 3 itinerari del gusto Made in Japan:

Tokyo. Tra stile e varietà, la cucina giapponese della più grande città del mondo.

Kyoto. Tradizione millenaria e riti della tavola giapponese.

–  Osaka. La “cucina” del Giappone: ricca, creativa, infinita.

 

Ogni itinerario sarà raccontato con foto, ricette, segnalazioni. Nel corso della serata presenteremo anche il viaggio di Natale Giappone Gourmet, con la possibilità di fare domande, approfondire e pre-riservare i posti limitati.

Durante la serata saranno in consultazione libera alcuni libri e materiale fotografico sulla cultura enogastronomica del Giappone.

Al termine della presentazione sarà disponibile una degustazione: un piatto di Ostriche e Crudo di pesce e un calice di Sake €16

Appuntamento al Vinodromo, in via Salasco 21 Mercoledì 21 novembre dale 19:30 in poi.

RSVP: https://www.facebook.com/events/264023273719864/

 

La “Bistecca” e il Sake. A Firenze per il pairing meno atteso e più sorprendente.

“Temer si dee di sole quelle cose

c’hanno potenza di fare altrui male;

de l’altre no, ché non son paurose. “

                            (Dante, Inferno, II, 88-90)

 

Prendiamo ispirazione dal sommo poeta per proporvi una tappa molto interessante lungo la via che stiamo percorrendo assieme a tutti voi. Vorremmo, infatti, che l’appuntamento tra “La Bistecca” (come i giustamente orgogliosi fiorentini chiamano la loro omonima pietanza-bandiera: La Fiorentina) e il vino del Giappone sia ricco di profumi e privo di riserve. Vi invitiamo e vi sfidiamo a abbinare due eccellenze che affondano le radici nella storia del paese da cui provengono, ma che scopriremo essere meno lontane di quel che si pensa.

Il merito di questa serata va a Andrea Gori, innovatore, sperimentatore, e spirito fiorentino libero che non ha avuto paura di ciò che non deve spaventare, come ci insegna Dante. La storia nasce così: questa primavera chiamiamo Andrea e gli diciamo: “Senti, ti proponiamo una follia: portaci a mangiare la Fiorentina come si deve e te la facciamo degustare con un sake giapponese!“. Attendevamo ansiosi dall’altra parte del telefono una sua reazione negativa, ma Andrea ha chiosato: “Geniale! Adoro il Giappone a tavola: è una vita che voglio provarci.

L’esito della serata lo trovate qui. Andrea ne è uscito entusiasta, noi sollevati avendo schivato gli anatemi di un paio di osti fiorentini che volevano scomunicarci – siamo eufemistici – e deliziati. Per la prima volta avevamo terminato una cena a base di Fiorentina con i profumi della carne ancora intonsi e vivi nel nostro palato.

Il Junmai ha assecondato sua maestà la bistecca. Non l’ha combattuta in quella deliziosa battaglia che il Chianti avrebbe condotto, l’ha accompagnata, servita, guarnita come solo il riso (piatto troppo spesso negletto) sa fare. Ed eccoci al 9 novembre. Vi aspettiamo Da Burde.

SAKE E FIORENTINA

9 novembre 2012  Sake e Fiorentina

Da Burde

Menu completo con bistecca a volontà e Junmai Ginjo, il sake da sorseggiare freddo o riscaldato nelle ciotole tradizionali giapponesi.

Ore 20:30 €45 tutto compreso

RSVP

Info presso 055/317206 o info@daburde.it

 

 

[24 ottobre] Crudo di Mazara e Sake di Niigata

Il 24 ottobre vi proponiamo un abbinamento tanto inusuale, quanto perfetto ed equilibrato. Tre Nihonshu di Niigata e Gifu abbinati al pesce crudo più fresco del mediterraneo, portato da Mazara del Vallo da Salvatore che, a forza di ripetere “cu questu ci vulissi nu sake giapponese” lo abbiamo accontentato.

La serata inizia alle 19:30 al Vinodromo, e vi verranno proposte varie soluzioni:

– Il set degustazione con 5 tipi di pesce e 3 sake costa 18€

– Il piatto di crudo (3 tipi di pesce) 10€ e un calice di sake a scelta 6€

– Il minipiatto di crudo (1 tipo di pesce) 4€

Gli aromi intensi del crudo si sposano con la delicatezza del sake come null’altro. Scoprirete la gioia mediterranea e l’eleganza giapponese andare a braccetto e stupire il vostro palato. Al tempo stesso ascolterete storie di pescatori al largo della Sicilia e di produttori di sake delle montagne giapponesi.

Nel corso della serata ci sarà una piccola mostra/mercato di ceramiche di Gifu e la presentazione del viaggio enogastronomico di Natale: “Giappone Gourmet”

Vi aspettiamo! RSVP a questo link su facebook: https://www.facebook.com/events/375799289161778/

[Degustazione 18 maggio a Milano] Sake Giapponesi, Parmigiano Reggiano e Aceto Balsamico Tradizionale

Per la degustazione del 18 maggio abbiamo messo assieme davvero il meglio di due mondi. Una selezione di prodotti gastronomici reggiani selezionati per voi da Andrea Bezzecchi, produttore di Aceto Balsamico (Acetaia San Giacomo) titolare dell’E-commerce di prodotti tipici dell’Emilia Surbir e assaggiatore di Parmigiano Reggiano.

Surbir ha selezionato per noi alcune prelibatezze della terra emiliana che saranno abbinate a tre sake scelti con la nostra Naoko Okada. Assieme a un Erbazzone di accompagnamento per tutti gli assaggi, il 18 sera degusteremo:

     

Strolghino di Culatello abbinato a Tosatsuru Jyunmai, un Nihonshu secco e dai profumi delicati, ma che con i suoi 16 gradi saprà tener testa ai giovani grassi dello Strolghino che si sposano benissimo con l’essenza floreale di questo sake.

 

   

Parmigiano Reggiano 36 mesi   con un Shinsei Koshu nijyunen, un sake invecchiato oltre vent’anni del produttore Shinsei di Kyoto. I profumi speziati del Sake invecchiato, ma una gradazione contenuta in soli 20° e un grado altissimo di Sake Meter Value, ben + 14 quindi superdry, lo rendono il partner perfetto per i ricchi aromi del Parmigiano Reggiano.**

 

   

Aceto Balsamico di Reggio Emilia servito su gelato alla Vaniglia in abbinata con Hourin Jyunmai-Daiginjyo di Gekkeikan, uno dei più antichi produttori di sake del distretto di Fushimi a Kyoto. Il padre di tutti i sake, in versione fruttata e morbida per giocare con le acidità del Balsamico. La sintesi di due grandi cucine in un assaggio delizioso.

La degustazione si svolgerà Venerdì 18 maggio presso l’enoteca Enocratia a Milano in via Sant’Agnese 14 (mappa), che ringraziamo per l’ospitalità, a partire dalle 19:30. La degustazione dura circa 30 minuti e ognuno può iniziarla quando crede tra le 19:30 e le 21:30 Siete i benvenuti a restare con noi prima e dopo la vostra degustazione per approfondire e chiacchierare o mangiare e bere altre cose.

La serata è solo su prenotazione, al costo di 25€ tutto incluso*, per sole 25 persone. Affrettatevi a prenotare!

È possibile registrarsi attraverso il modulo qui sotto sono accettate tutte le carte di credito e Paypal.

Scopri gli altri partecipanti all’evento qui.

*= L’iscrizione alla serata comprende la quota associativa 2012 all’associazione culturale La Via del Sake

** = Siamo in attesa della spedizione del Sake invecchiato da Kyoto, in caso di ritardo aeropostali il Parmigiano verrà degustato con uno Shochu di patate o Awamori

[Milano 19 aprile] Una degustazione di beneficenza per L’orto dei Sogni.

Se siete a Milano durante la settimana del salone del mobile 2012 vi invitiamo a passare, giovedì 19, presso la Galleria d’arte Spazio Solferino in via Marsala, 1 dove ci sarà, a partire dalle 18:00 il vernissage del gruppo LifeStripe curato da Yuki Yamamoto e Chiara Vecchio per conto di Studio Tad. Dalle 18 alle 23 saremo presenti per un assaggio di Sake il cui intero ricavato sarà devoluto all’associazione Orto dei Sogni, che si pone l’obiettivo di creare un campo scuola in Sardegna per i bambini reduci da Fukushima.

Avremo in degustazione uno speciale sake della regione di Iwatenel nord del Giappone. Il Tokubetsu Jyunmai di Nanbu-Bijin  prodotto da riso Ghin-Otome raffinato al 55% stupisce al naso col suo impatto di melone, ma ha un corpo secco e asciutto, grazie anche ai 15,5°. Lo accompagneremo con un boccone di salmone per giocare tra profumi fruttati e acidità.

   

Per i palati più amanti del dolce porteremo un Umeshu, il vino di prugna, da degustare con un biscotto al tè verde.

  

Gli assaggi costeranno 5€ l’uno, che verranno interamente devoluti all’associazione Orto dei Sogni. Vi aspettiamo numerosi!

La via del Sake ci porta… nel cuore di Slow Food, a Brà.

Ringraziamo gli organizzatori della Festa di Primavera Bra-Japan di domenica 15 aprile per averci invitato a averci riservato un angolo dove potremo far degustare una selezione di sake giapponesi! Saremo presenti con delle ottime bottiglie di Nihonshu con cui potrete fare un aperitivo o accompagnare il sushi della chef Michiyo Murakami.

Per tutti l’appuntamento sarà dalle 12 alle 16 presso Jardecò in centro a Brà.

 

Domenica degusteremo tre Nihonshu selezionati per la giornata primaverile, con alcuni semplici assaggini di accompagnamento. Il primo è un Kasumi Tsuru Kimoto Futsu-Shu, un sake base di 16° e abbastanza secco (SMV +5) prodotto da Kasumi Tsuru nella regione di Kami, adatto a pesce bollito o alla piastra. Il secondo, in bottiglia verde, è un Jyunmai-Ginjyo (varietà raffinata) di riso Yamada Nishiki, il più pregiato, prodotto da Garyubai a Shizuoka e conta 16,5 gradi e un valore neutro di secchezza/dolcezza. L’ultimo a destra è un Ura-Gasanryu Fuka Jyunmaishu prodotto da Shuzouten con soli 14,5 gradi e un Sake Meter Value pari a 0 che lo posizione verso i sake dolci.

    
Si tratta di tre tipologie diverse che verranno servite a 15° circa per imparare assieme a conoscere e degustare il Nihonshu nel modo più appropriato. Vi serviremo con i tradizionali Maekake, i grembiuli tradizionali degli osti giapponesi, e ci saranno in consultazione alcuni volumi per conoscere meglio questa splendida bevanda.